SLADDA, la bicicletta fai da te in arrivo ad agosto

Si chiamerà SLADDA, seguendo la lunga lista di nomi improbabili dei prodotti a marchio Ikea, il colosso svedese che abbandona per un momento l’arredamento per lanciare una bicicletta in lega leggera di alluminio laccato anti graffio, senza cavi (monterà un sistema di freno a contropedale) e senza catena, dotata di una trasmissione a cinghia senza olio e resistente alla ruggine, destinata a durare per 15mila km.
A corredare Sladda saranno disponibili da subito un normale cestino e un interessante carrello da traino ma la società annuncia altri accessori che renderanno la bicicletta un valido sostitutivo dell’auto negli spostamenti urbani.
Sadda sarà unisex, utilizzabile dai 12 anni in poi, fornita con ruote da 26 o 28 pollici e un cambio automatico alloggiato nella ruota posteriore, nascosto e sigillato per proteggerlo da fango e ruggine.
Come ogni prodotto Ikea che si rispetti, la bicicletta sarà venduta smontata con un libretto di istruzioni per il montaggio e sarà disponibile sul mercato a partire da agosto 2016.

Fino a qui un prodotto accattivante , dal design pulito e impreziosito da carrello a rimorchio che farà la gioia di molte mamme ma, a dispetto della politica low cost che ha reso Ikea così famosa e fruibile, Sladda avrà un costo tutt’altro che popolare.
La bicicletta sarà venduta infatti a 699 euro, per i possessori di carta Ikea 499, e l’invitante carrello costerà 160 euro.
Costi importanti per una bicicletta che pretende di disincentivare l’utilizzo dell’auto o dei mezzi pubblici e che oltretutto richiederà un po’ di tempo per il montaggio (augurandosi che non manchi nessuna vite fondamentale).
Voi comprereste una bicicletta ecofriendly da montare pezzo per pezzo a questa cifra, da un produttore specializzato in tutt’altro mercato?
La bicicletta ha già vinto un premio come The best of the best 2016, il più alto assegnato a Essen dalla Design Zentrum Nordrhein Westfalen, ma da qui a sfondare il mercato è un’altra faccenda.

I commenti sono chiusi.