Cancro al PANCREAS: i segnali da non trascurare

Il pancreas è un organo situato tra lo stomaco e la colonna vertebrale che produce ormoni molto importanti quali l’INSULINA, regolatrice dei livelli di zuccheri nel sangue, e vari ENZIMI necessari alla digestione.
Il cancro al pancreas affligge generalmente le persone in fascia d’età compresa tra i 60 e gli 80 anni, con un rischio di 3 volte maggiore nei fumatori.
Ogni anno sono circa 10MILA le persone colpite da tumore al pancreas di cui il 10% con basse aspettative di vita a causa del ritardo con cui il cancro viene diagnosticato.
In fase precoce infatti il tumore non presenta segni di particolare evidenza ed è proprio per questo che è bene non sottovalutare alcuni sintomi che andrebbero approfonditi in tempi rapidi con il proprio medico curante.
Uno di questi è l’ITTERO, ovvero una improvvisa colorazione gialla della pelle e della sclera degli occhi.

I tumori che partono infatti dalla testa del pancreas possono bloccare il dotto biliare, impedendo alla bile di raggiungere l’intestino dove dovrebbe partecipare alla digestione dei grassi per poi abbandonare il corpo attraverso le feci.
Se la bile è bloccata sopraggiunge l’ittero ovvero l’ingiallimento di cute e occhi.
Una DOLÌA diffusa all’addome e alla schiena sono altri importanti segnali da non trascurare; se posizionando la punta di un dito nella parte superiore dell’addome, appena sotto allo sterno, e spingendo verso la colonna vertebrale si prova dolore, è il caso di parlarne con il medico.
Il dolore è generalmente sordo, interno o si irradia ai lati dell’addome fino ala schiena.
Il COLORE DELLE URINE è un ulteriore campanello d’allarme spesso trascurato.
La bilirubina, prodotta dal fegato e componente della bile, se si accumula nel sangue provoca una colorazione scura o rugginosa delle urine che dovrebbe invitarci a effettuare analisi approfondite.
Se si è in presenza di stadio avanzato di una massa tumorale, questa può premere sul fondo dello stomaco rendendo difficoltoso il transito del cibo e causando nausea, vomito e dolore soprattutto dopo i pasti.
La PANCREATITE CRONICA invece, comunemente causata da calcoli biliari, abuso di farmaci o alcol, se si presenta in assenza delle citate condizioni, può essere imputabile allo sviluppo di un piccolo tumore nel pancreas.
Un altro fattore fondamentale è l’igiene orale; pazienti con cancro al pancreas sono molto più sensibili alle malattie gengivali, alle carie, all’ alitosi o alla perdita di denti.
Secondo studi effettuati dalla New York University Langone Medical Center, il 59% dei pazienti con PARADONTITE hanno un rischio maggiore di sviluppare un cancro al pancreas.
Infine è bene sottolineare che esiste una stretta correlazione tra diabete e tumore al pancreas; il 40% dei soggetti cui è stato diagnosticato il cancro aveva già riscontrato lo sviluppo del diabete nei mesi precedenti. Il pancreas infatti è il responsabile della produzione di insulina e le prime fasi di un cancro possono influenzarne il processo produttivo provocando il diabete.

Precedente I PUMA insospettabili efficienti giardinieri Successivo Il caso del PREPARATO NATURALE che protegge il fegato