AQUAFABA: il SEGRETO della CUCINA VEGANA

L’AQUAFABA è una soluzione incredibilmente economica e dalle sorprendenti applicazioni culinarie per ricette totalmente vegane.
L’AQUAFABA è l’acqua di cottura dei legumi, come ad esempio i ceci, con la quale i vegani hanno risolto la sostituzione di un ingrediente fondamentale nella preparazione di molti dolci, l’UOVO, senza interferire con la loro filosofia di vita.
La scoperta è tutta maschile, a opera di un tenore francese Joël Roessel e di un ingegnere di software americano Goose White, entrambi vegani e alla ricerca di un modo per sostituire l’albume di uovo nella ricetta delle MERINGHE.
I due signori scoprirono che l’acqua di cottura dei ceci montata a neve con lo zucchero, creava una sostanza molto simile al bianco d’uovo che poteva essere utilizzata nella preparazione non solo di meringhe, ma anche di muffii, macarons, frittelle, torte e squisite mousse.
Con il tempo si sono perfezionate dosi e modalità d’uso, fino ad arrivare alla regola base che un UOVO è sostituito generalmente da 3 cucchiai di AQUAFABA.
Successive ricerche hanno dimostrato che nel liquido di cottura dei ceci sono presenti in abbondanza proteine in grado di sostituire le uova in molte ricette, rendendo così l’AQUAFABA un vero e proprio CASO CULINARIO.
Siete curiosi? Volete provare?
Ecco la RICETTA PER LE MERINGHE:

  • 150 ml di aquafaba (potete usare anche quella contenuta nei ceci in lattina senza sale ma il consiglio è di usare quella che produrrete direttamente cuocendo i legumi secchi, preferibilmente bio)
  • 165 g di zucchero integrale
  • il succo di mezzo limone

Importante: ricordate di usare l’aquafaba fredda e non ancora calda post cottura.
Montatela quindi per 5 minuti con una frusta elettrica fino a vederla addensare, quindi aggiungete il succo di limone e aumentate la velocità della frusta.
Aggiungete gradatamente lo zucchero integrale continuando a montare con la frusta, fino ad ottenere un composto che regga la prova cucchiaio (quindi di una consistenza sostenuta).
Preriscaldate il forno a 100 gradi e con una tasca da pasticcere o un cucchiaio formate dei piccoli ciuffi che appoggerete sulla leccarda ricoperta da carta da forno.
Infornate per 2 ore circa a temperatura sempre costante (ovvero NON APRITE IL FORNO).
Lasciate raffreddare e assaggiate!
Volendo potete anche aromatizzare le meringhe con gocce di cioccolato o sciroppi per colorarle.
Molte persone, anche non vegane, le hanno trovate addirittura molto più gustose grazie alla totale assenza del tipico sapore dell’uovo che può rimanere in quelle tradizionali.

I commenti sono chiusi.